Mario Gullo ha iniziato gli studi con il M.° A. Borrelli; dal 1985 ha frequentato il Conservatorio

“G. Verdi” di Milano diplomandosi  nel  1989  con il massimo dei voti sotto la guida del

M°Ruggero Chiesa. Ha frequentato alcune Master Class dei M° A. Gilardino e del

M.° O. Ghiglia.

 

Nel 1990, ‘91 e ‘92 ha frequentato i Master Class  di Verona e Sesto S. Giovanni (MI)

tenuti dal M° Ruggero Chiesa.

 

Nel 1989 si è distinto nei seguenti Concorsi:

-    Concorso Nazionale di Mondovi – 2° premio;

-    Concorso Nazionale “ Il Concertista” di Taranto  -  II° Premio;

-    Concorso Internazionale “ M. Giuliani” di Bari  - II° Premio;

-    Nel 1990 è risultato vincitore del Concorso Nazionale

     “ Ebe Cazzaniga Ansalone”;

-    Nel 1991 ha ottenuto il II° Premio al Concorso Internazionale

     di  Musica “ Città di Stresa” ed il III° Premio ( I° non assegnato) al Concorso Internazionale

    “ M. Giuliani” di Bari

 

Ha preso parte nel 1990 alla prima esecuzione italiana di Electric Counterpoint di Steve Reich in collaborazione con Antidogma Musica;

 ha    effettuato nel maggio ‘91 a Milano e nell’ Ottobre dello stesso anno a Berlino, la Prima Esecuzione Italiana  e Tedesca  della Sonata

di Antonio Josè.

 

Nel 1992 ha ottenuto il III° premio ( I° non assegnato) al Concorso Internazionale “ Città di Sanremo” ed un successivo III° Premio

( I° non assegnato) al Concorso Internazionale  di Gargnano. ha partecipato inoltre, con lusinghieri risultati, all’ East & West Artist Prize

di New York.

 

Nel 1997  ha eseguito in concerto i venti Studi di F. Sor e  l’Integrale delle Opere per Liuto trascritte per Chitarra di J.S. Bach.

 

Nel 1998  ha eseguito in concerto l’ Integrale delle Sei Rossiniane di Mauro Giuliani.

 

Nel 1999 ha collaborato con il flautista Andrea Griminelli  e strumentisti del teatro Regio di Torino ed ha collaborato con l’Orchestra

Sinfonica Italiana in occasione del Concerto di Fine Millennio  con i solisti A. Griminelli,Gillian Humprey, Michael Ball a Kuala

Lumpur   (Malesia).

 

Nel 2000 ha inoltre eseguito l’integrale delle Opere  per e con chitarra di H. Villa-Lobos.

 

Nel 2001 ha partecipato  all’anteprima inaugurale del festival AstiTeatro in onore dello scenografo Eugenio Guglielminetti collaborando

con l’attrice Valentina Fortunato, presenti l’attore Mario Scaccia ed il regista Ugo Gregoretti.

 

Nel 2003 per le  Edizioni Rugginenti di Milano ha pubblicato quattro volumi di trascrizioni per Ensemble di chitarre.

 

Nel 2004 ha eseguito, per un’iniziativa benefica, il concerto di Aranjuez di J. Rodrigo con l’Orchestra Not(t)e di Pace di Imola,

diretta dal M.° F. Bugani.

 

Nel  Febbraio 2005 ha preso parte a tre appuntamenti della  stagione RaiNuovamusica2005 in collaborazione con l’Orchestra Sinfonica

Nazionale della Rai; in questa sede ha eseguito tre prime esecuzioni italiane di opere di D. Toradze, F. Romitelli, L. Andriessen  dirette

da G. Noseda, F. Pomarico e Z. Nagy.

 

Nel novembre 2005 ha nuovamente collaborato con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai per la produzione delle Variazioni op. 31 di

A. Schoenberg dirette dal M.° J. Tate e dei Cinque pezzi op. 10 di A. Webern diretti dal M.° F. De Burgos.

  

Nel 2007 ha eseguito presso il Teatro Alfieri di Asti in collaborazione con l’Orchestra Classica di Alessandria il Concerto op. 70 in Fa

maggiore  per chitarra e orchestra di M. Giuliani.

 

Nel 2008 ha effettuato la prima esecuzione italiana del brano Abandoned Time di D. Fujikura per Chitarra elettrica ed Ensemble

in collaborazione con l’Ensemble Geometrie Variabili diretto da F. Pomarico per Rainuovamusica 2008.

 

Nel  Febbraio 2009 ha preso parte ad una scena dell’ultimo  film di Mario  Martone “Noi Credevamo”, presentato in Concorso

alla Mostra   Internazionale d’Arte Cinematografica - La Biennale di Venezia 2010  ed in uscita nelle sale a novembre 2010, 

impersonando Mazzini chitarrista ed utilizzando per l’occasione una chitarra del liutaio Gennaro Fabricatore del 1810; a Dicembre

dello stesso anno ha eseguito il Concerto per Chitarra e Orchestra di H. Villa Lobos in collaborazione con l'Orchestra Flessibile di Rivoli. 

 

Nel 2010 ha fatto parte della giuria  del    XVI ° Concorso Internazionale di Chitarra  “E. Pujol” di Sassari ; nell'Ottobre dello stesso

anno  ha preso parte alla produzione de “Il Barbiere di Siviglia” di Paisiello presso l'Ente Lirico De Carolis di Sassari in qualità di

mandolinista.

 

Ha collaborato con l'attore Gerardo Placido in occasione della presentazione del libro di Domenico Gullo “La Vecchia Legnano”.

 

Ha collaborato con l' Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai in occasione del Concerto di Natale 2010 ad Assisi diretto da Steven

Mercurio e trasmesso in Eurovisione,  accompagnando la cantante Noa al mandolino ed il  cantante Michael Bolton alla chitarra.  

 

Ha in repertorio i concerti per chitarra e orchestra di J. Rodrigo,H. Villa-Lobos, M. Castelnuovo-Tedesco, M.Giuliani, M.M. Ponce.

 

E’ titolare della Cattedra di Chitarra presso il Conservatorio  di Musica “L. Canepa” di Sassari .

 

Mario Gullo suona una chitarra P. Gallinotti del 1969.

 

 

 

Homepage